Home Scienza Didattica delle Scienze Cosa sono i Vulcani e come si sono formati.

Cosa sono i vulcani ? Come si sono formati ?

Milioni e milioni d’anni fa la Terra era costituita da un materiale roccioso fluido ed incandescente, il cosiddetto magma.

Durante le ere questo materiale a poco a poco si è andato raffreddando e solidificando, formando così la crosta terrestre come noi la conosciamo.

La nostra Terra però non è poi così fredda come ci appare a noi. Infatti, al suo interno vi sono delle spaccature dove si trova il magma ad elevata temperatura.

Queste aperture, mettono in comunicazione il quieto ambiente esterno con quello turbolento delle parti più profonde.

Questi sbocchi sono i condotti che alimentano i vulcani. Ogni vulcano sulla Terra è alimentato da un contenitore detto bacino magmatico o camino vulcanico. Questo bacino magmatico è in comunicazione con la superficie esterna per mezzo di un passaggio, detto camino principale. Alla fine di questo condotto c’è un cratere centrale a cui possono aggiungersi tutta una serie di crateri secondari e laterali. Ci possono essere vulcani detti quiescenti, in fase detta solforica, in attività continua controllata o in eruzione.

Le prime due fasi mostrano che il vulcano è in esaurimento della fase eruttiva; in fase d’attività permanente moderata il vulcano manda fuori di continuo lava. Questa fase è spesso interrotta da eruzioni o da periodi d’inattività.  

Esistono numerose forme d’eruzioni, e sono determinate dalla composizione chimica del magma e dalla sua temperatura. Svariate sono le classificazioni:

Hawaiane con colate laviche fluide e lente;

Stromboliane, con lava molto fluida ed eruzione di cenere e lapilli;

Vulcaniane, in cui la colata lavica è molto densa e si verifica la fuoruscita di materiale solido;

Peleane, con esplosione ed emissione di una nube ardente;

Pliniane, in cui si ha in genere l’esplosione del vecchio cratere con la dispersione, per molti chilometri di detriti rocciosi, blocchi di lava, cenere e lapilli.    

Esistono anche vulcani sottomarini, la cui scoperta avvenne per caso all’incirca un secolo fa, durante la posa del primo cavo telegrafico che metteva in comunicazione l’America e l’Europa. Ci sono 80 vulcani sottomarini. Il vulcano sottomarino più alto della Terra conosciuto è il Manua Kea, nelle isole Hawaii in pieno oceano pacifico e supera i 9000 metri. In totale sulla Terra si conoscono 500 vulcani in attività di cui più della metà si trovano nella zona attorno all’oceano pacifico. Comunque la formazione di nuovi vulcani avviene anche ai nostri giorni, poiché la terra non si è completamente raffreddata; è ancora un pianeta “vivo” in piena attività, al contrario di marte o della luna ormai “morti”. 

alt

Share